Il «fascismo storico» e le «forme fascismo» del nostro presente

Il rifiuto del termine «fascismo» come indicatore di aspetti connotativi dell’attuale destra italiana è una costante del panorama giornalistico cosiddetto «moderato». Anche nella pubblicistica di sinistra, però, si possono trovare perplessità sull’uso della parola «fascismo» per orientarsi nell’insieme multiforme di quella destra.

Leggi tutto “Il «fascismo storico» e le «forme fascismo» del nostro presente”

18 Condivisioni

La sentenza di Karlsruhe come sintomo

Il significato del conflitto tra la Corte di Karlsruhe e la Corte di Giustizia Europea, che emerge dalla sentenza del 5 maggio, al di là delle molte annotazioni che si potrebbero fare sulla coerenza delle motivazioni giuridiche, è chiarissimo: la Germania si ritiene garante in ultima istanza dei trattati europei, del germanico nocciolo duro ordo-liberista che ne è carne e sangue e, su ciò, non riconosce altra autorità che sé stessa.

Leggi tutto “La sentenza di Karlsruhe come sintomo”

28 Condivisioni

Parlare di guerra è improprio ma utile per la Fase2

Non siamo in guerra, ma è intenso il dibattito sul dopoguerra. Le metafore sulle pandemie come guerre sono state usate ricorrentemente. In molti, anche su questo giornale, ce ne hanno illustrato sia le ragioni che i pericoli. L’Europa che nel corso del XX secolo ha vissuto le «pandemie» belliche del 1914-18, e del 1939-45, deve avere ben chiaro il senso delle proporzioni.

Leggi tutto “Parlare di guerra è improprio ma utile per la Fase2”

30 Condivisioni